Laboratori

Approccio

Laboratori

Un recente rapporto ISTAT ha segnalato che oltre il 90% dei bambini italiani passa parecchie ore al giorno davanti alla TV. Dunque un grande consumo di generi diversi (pubblicità, cartoni animati, telefilm, film, telegiornali, varietà, ecc.) scorre davanti agli occhi passivi dei bambini che non sempre riescono ad interpretare e a viverlo in maniera attiva. Ci si chiede quindi, quale sia il giusto rapporto tra il giovane spettatore e il consumismo televisivo, due temi forti che devono interpellare insegnanti ed educatori.
Una delle modalità efficaci per affrontare concretamente il rapporto bambino-TV è quella di costruire opportunità e percorsi di produzione televisiva giocando a fare video e divertendosi con la pubblicità.
Il sistema video (videocamera, tv, vtr) oggi largamente diffuso a casa e a scuola consente, con facile accesso, di realizzare piccole esperienze che mettono in gioco sia la tecnica di ripresa, sia la possibilità di giocare con i vari generi televisivi e non. Così facendo reinventano tempo e spazio in una dimensione ludico-creativa. Un modo, insomma, per passare da davanti a dentro la TV.

Il labortatorio audiovisivo

Laboratori

È lo spazio dove i ragazzi hanno occasione di vivere queste opportunità: sperimentano le potenzialità espressivo-creative della tecnica del video, esplorano con gli occhi, le mani e il cuore giochi e situazioni che diventano immagini elettroniche, televisione.
Attraverso l’uso attivo e diretto della telecamera e del videoregistratore per produrre ed analizzare testi destinati ad una fruizione personale o circoscritta ad un ambito sociale (self-media), si mette in gioco l’attività globale del soggetto che li utilizza. Se i mass media inducono generalmente ad un atteggiamento passivo, i self-media richiedono invece, da parte dell’utente, una attività piena e consapevole.
Il bambino impara così ad affrontare il media con un nuovo sguardo critico. Questo processo può avvenire tramite diverse tecniche e tipologie d’apprendimento a seconda dell’età.